24 DOMANDE INNOCENTI

IL COORDINAMENTO NOTRIV SICILIA SUD ORIENTALE PONE 24 DOMANDE INNOCENTI A CHI NON APPROVA IL SI AL REFERENDUM DEL 17 APRILE 2016

Ci siamo permessi di porre alcune innocenti domande  sulle ricerche gas-petrolifere ai detrattori del SI al Referendum e a chi è vicino alle posizioni del Premier Renzi e dell’industria petrolifera in Italia:

1)Vi bastano 780 milioni di litri di petrolio pari al volume di 2600 abitazioni da 100mq sversati nel Golfo del Messico per dire che non vorremmo correre il rischio che il mar Mediterraneo sia distrutto e con lui il turismo e la pesca?

2) Sarebbero in grado di sborsare 18,7 miliardi di dollari di risarcimento le compagnie che, in caso di grave danno al mar Mediterraneo, dovrebbero risarcire come sta risarcendo i danni la BP negli USA per il disastro nel Golfo del Messico del 2010? E lo dite che operano in Italia  compagnie gas-petrolifere  che sono formate da Srl con 10.000 € di capitale sociale e che risponderebbero fino a quell’ammontare?

3)Vi basta se vi diciamo che il quesito referendario del 17 aprile e' solo uno dei 6 quesiti proposti di cui ben 3 sono già realtà approvata in sede parlamentare grazie alle pressioni referendarie, due sono oggetto di ricorso per conflitto di attribuzione da parte della Puglia e della Liguria e quello per cui si voterà il 17 aprile  non era neanche quello più importante tra i sei e che comunque faremo di tutto per farlo vincere ?

4) Vi sembra che non sappiamo che il Referendum del 17 aprile non farà cessare la colabrodizzazione dell'Italia... Ma che è un modo per dire che il futuro dell'Italia non passa più per il fossile, mentre fin'ora il fossile nessuno l'aveva messo in discussione?

5) Siamo tutti consapevoli che è la prima volta nella storia repubblicana  che nove Regioni impugnano una legge varata da un Governo e ne chiedono il referendum abrogativo in alcune sue parti? E che questa cosa accade contro un governo che non è di centro destra ma di centro sinistra

6) Vi basta pensare che oggi il 40% del fabbisogno energetico italiano è coperto con energie rinnovabili e che era solo il 15% solo nel 2010 ?

7)…e che questo 40% può aumentare molto di più se solo facessimo come la Francia che ha vietato le trivellazioni per lanciare seriamente le Energie Rinnovabili?

8)Vi basta pensare  che l'Italia e' diventata leader in Europa nel fotovoltaico e che questo si è avuto aumentando i consumi di energia da rinnovabili, che insieme  alla crisi economica e all’' aumento dell'efficienza degli impianti ha fatto ridurre i consumi da fossile con la relativa chiusura di decine impianti termoelettrici?

9) Sapevate che per il motivo al punto precedente  i governi Monti, Letta e ancor di più Renzi son venuti in soccorso delle compagnie ( prima fra tutte l'ENI) scoraggiando le rinnovabili e addirittura togliendo alle imprese del rinnovabile in modo retroattivo incentivi che lo Stato si era impegnato a dare per 20 anni?

10) Sapevate che il Governo Renzi ha complicato le procedure burocratiche per nuovi impianti da rinnovabili? Ha imposto la tassa per l’autoproduzione da fonti rinnovabili?

11) Sapevate che lo stesso Governo sta favorendo in modo esageratamente benevolo le attività delle compagnie petrolifere?   Perfino eliminando - a dicembre 2015- la necessità  del “Piano Aree” che avrebbe regolamentato le zone di perforazione come un vero e proprio Piano Regolatore?

12) Lo dite che le Compagnie nel 2015 hanno estratto 7 miliardi di euro di petrolio, lo hanno venduto a chi volevano loro- nel mondo- e hanno lasciato in Italia solo 420 milioni di euro di cui allo Stato sono andati solo 79 milioni, ovvero briciole?

13)Ci dite dove è il vantaggio per l'Italia e gli Italiani?

14)Si può dire che pur possedendo lo 0,5% di tutte le riserve mondiali l’Europa non potrà mai raggiungere l’autosufficienza energetica col fossile se continuerà a consumare il 20% di tutti gli idrocarburi estratti nel mondo? …e che la cosa logica sarebbe ridurre drasticamente i consumi energetici?

15) Vi basta allora se vi diciamo che in Italia:  “anche se estraessimo tutto il petrolio certo e probabile saremmo autonomi solo per 32 mesi? E se estraessimo tutto il gas italiano lo saremmo per soli 20 mesi (Nicola Armaroli dirigente di ricerca del Cnr di Bologna)?

16)Possiamo affermare allora, a differenza di ciò che dichiara il Premier Renzi, che la motivazione che adduce per favorire l’industria gas-petrolifera, dell'indipendenza energetica dell’Italia è solo una balla?

17) La smettete di dire che:  “se vince il SI al Referendum del 17 aprile  si perderanno migliaia di posti di lavoro”, quando sapete di mentire?

18)Lo volete dire  che il settore idrocarburi è già in crisi per congiunture internazionali extra-referendum e per i minori profitti delle compagnie petrolifere dati dal basso prezzo del petrolio?

19) Vi ricordate “IlSole24Ore” che ha scritto: “A rischio il futuro oil&gas. In sei mesi persi 900 posti di lavoro”. Allora il Referendum che c’entra con la perdita dei posti di lavoro?

20) Perché continuate a nascondere  che i veri posti di lavoro sono quelli persi per le politiche governative nel settore delle Energie Rinnovabili dal 2012 (37 mila addetti ) al 2014 (27 mila addetti) ovvero 11 mila lavoratori in meno?

21) Che nel 2011 si erano impiantati 10630 Mw di fotovoltaico ed eolico e "grazie" al Premier Renzi nel 2015 sono solo 733 Mw?

Ultime tre domande ancora più  innocenti:

se L'ISPRA è incaricato dallo Stato per  i controlli in tema ambientale ed  a 30 piattaforme in mar adriatico dal 2012 al 2014 sono stati analizzati i sedimenti nei fondali ritrovando residui di idrocarburi altamente tossici –per la catena alimentare- al di sopra della norma, per un composto nel 79% delle piattaforme, e per due composti  nel 67%  delle piattaforme perche' il Ministero non emette alcuna sanzione e continuano serenamente ad estrarre? ma quello che è ancora peggio perche i controlli sono stati commissionati dalla stessa ENI proprietaria delle piattaforme? E perché deve essere Greenpeace nel marzo 2016- utilizzando i dati del Ministero- a scoprire il superamento dei livelli e non lo stesso  Ministero?............................

Attendiamo