Clementine e mandarini simili

CLEMENTINE e MANDARINI SIMILI

I primi agrumi che aprono la nostra stagione in autunno sono i

Mandarini Satsuma:

 

Si tratta di un incrocio fra la clementina ed il pompelmo, ottimo connubio tra un sapore dolce ma con una punta di acidulo data appunto dal pompelmo.

periodo di raccolta: da metà SETTEMBRE a NOVEMBRE

 La particolarità del Mandarino Satsuma sta nel fatto che solitamente, essendo un frutto precoce, è utilizzato quando la buccia è di colore verde,

mentre la polpa all’interno è quasi sempre priva di semi, ricca di succo e di un bel colore arancio.

Ricchissimo di vitamina C, è un perfetto antiossidante naturale ma non solo; potassio, calcio e fosforo sono alcune delle innumerevoli proprietà benefiche che compongono questo frutto che aiuta anche a conciliare meglio il sonno, in quanto distende il sistema nervoso.

 

CLEMENTINE:

le clementine sono una varietà di mandaranci, che a loro volta sono incroci tra il mandarino e l’arancio amaro. Frutto dolce e profumato dal sapore molto gradevole. Molto apprezzato dai nostri amici/clienti.

Periodo di raccolta: da NOVEMBRE a GENNAIO

Le clementine coltivate in Italia sin dagli anni ’30, hanno trovato uno dei loro habitat ideali in Calabria. Infatti la maggior parte delle nostre clementine vengono prodotte da un’azienda socia del consorzio situata a Rossano in Calabria, comunque vengono coltivate con successo pure in Sicilia.

Le clementine vengono generalmente consumate al naturale tuttavia trovano largo impiego anche nella preparazione di sorbetti, succhi, sciroppi, gelatine e marmellate. Anche la buccia viene utilizzata per aromatizzare le pietanze.

Originariamente sarebbe un frutto senza semi, ma se l’impianto è circondato, come spesso avviene, da agrumeti con varietà di frutti con i semi, a causa dell’impollinazione effettuata dalle api, i semi si possono essere presenti.

 

CLEMENTINA TACLE:

 

Il Tacle è un agrume ibrido ottenuto, grazie alla ricerca portata avanti dall’Istituto di Agrumicoltura di Acireale (CT), dall’incrocio fra clementine Monreal e arancio tarocco, di dimensione intermedia tra clementine e arance

Periodo di raccoltà: da FINE DICEMBRE a FEBBRAIO

Ha un buon gusto zuccherino, un sapore intermedio fra la clementina ed il tarocco, consistenza molto piena e soda al tocco, facile sbucciabilità.

L’unico inconveniente è che l’albero presenta una notevole quantità di lunghe spine e in occasione di giornate molto ventose il frutto si può danneggiare irreparabilmente.

 

CLEMENTINA NOVA:

 

Periodo di raccolta: da DICEMBRE a FEBBRAIO

Il Nova è un incrocio tra il Tangelo Orlando e la Clementina comune:  

i suoi frutti sono privi di semi (se coltivati lontano da impollinatori), hanno un colore esterno arancio intenso.

Profumatissimi, presentano un sapore molto particolare, con un piacevole bilanciamento tra acidità e zuccheri, hanno la buccia molto sottile e aderente al frutto che è molto compatto, la polpa possiede un elevato contenuto di succo. Sono frutti molto resistenti.

 

MANDARINI:

Secondo gli storici la coltura dei mandarini risale a ben 3mila anni fa, in Cina e in Giappone.

Periodo di raccolta da: DICEMBRE ad APRILE

Ha un profumo molto intenso e piacevole che fa pensare a un giardino fiorito. Il gusto è molto gradevole e particolare, fresco, qualche volta dolcissimo, qualche volta un po' più aspro.

Esistono diverse varietà di mandarini, all’inizio della stagione raccogliamo gli Avana il cui frutto contiene un’elevata quantità di succo.                      Sono presenti semi, anche se non in elevate quantità.

 A differenza di altri agrumi, i semi del mandarino, anche se masticati, non solo non fanno male ma apportano vitamine. 

I semi vengono utilizzati anche nella medicina cinese:

http://cibicheguariscono.blogspot.com/2014/01/proprieta-medicinali-dei-semi-di.html

Dopo il mese di gennaio cominciamo a raccogliere i mandarini Tardivi di Ciaculli, sviluppati in Sicilia, nel borgo di Ciaculli nella Conca d’Oro palermitana.

Frutto molto resistente e compatto, ottimo il gusto intenso.

Il frutto del mandarino è utilizzato in svariati modi, possono infatti essere prodotte essenze, dolci, liquori, gelati e piatti fantasiosi.

 

MANDARINI CINESI o KUMQUAT:

 

Periodo di raccolta: da GENNAIO a FEBBRAIO

Più piccoli dei mandarini comuni, sono ricchi di oli essenziali e di proprietà antitumorali. La particolarità di questi frutti è che vanno mangiati interi, con la buccia: il sapore della polpa infatti è abbastanza aspro, un misto tra un’arancia e un limone, mentre la buccia è dolcissima. In bocca creano un’armonia perfetta!

I Kumquat sono ottimi per preparare marmellate, composte e macedonie, se lasciati in infusione con alcol e zucchero e poi filtrati, si può preparare un ottimo rosolio digestivo.

Sono una piccola produzione, quindi spesso richiesti e non disponibili.

E’ necessario ampliare all’interno del Consorzio la loro produzione.

 

CLEMENTINE TARDIVE (FORTUNA, WINNOLA)

 

Periodo di raccolta: da FEBBRAIO ad APRILE

Come avrete notato, esistono molte varietà differenti di clementine, la ricerca continua a proporre sempre nuovi cultivar.

Le varietà più tardive presenti nelle aziende del Consorzio sono le Fortuna un po’ più precoci e poi a seguire le Winnola.

Le varietà tardive hanno come caratteristica una notevole resistenza, sono frutti compatti dal piacevole sapore agrumato.

Nel loro caso non possiamo dire che siano di facile sbucciabilità, poiché la buccia è molto aderente alla polpa.

Anche la coltivazione di questi frutti andrebbe ampliata per poter godere delle clementine anche in primavera avanzata.